Pathfinder il Film

E’ ormai un fatto storicamente provato che i primi occidentali a sbarcare in America furono i Vichinghi, probabilmente sulle coste del Labrador, e ben 500 anni prima della presunta data a cui si riferisce la spedizione di Colombo. In PathFinder una prima incursione ad opera dei violenti e assetati di sangue Vichinghi finisce ricacciata in mare, e l’unico di loro che rimane in vita è un giovane, che sarà allevato dalla tribù locale del Popolo dell’Alba. Ma 15 anni più tardi le navi drago dei Vichinghi tornano a sbarcare per conquistare, saccheggiare ed uccidere i pacifici autoctoni. Il nostro eroe guerriero (Karl Urban) si ergerà in difesa dei più deboli, lottando all’ultimo sangue contro la sua stessa stirpe per salvare la donna amata.


Pathfinder sa appassionare lo spettatore, l’azione e il ritmo del film sono incalzanti e le scene di combattimento ben realizzate, con un certo gusto verso il rallenty. Stupendi gli scenari innevati e glaciali, così come le ricostruzioni dei costumi. Il filtro grafico al computer, che rende tutte le scene oscure, nebbiose ed inquietanti dona infine a questo film quel che di ancestrale che si addice ad una storia primordiale e di avventura com’è questa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *